Image
Compatibilità

Altre informazioni

Eat
Stay
Shops
Camper Area Concarena

Notizie

There are no translations available

 

 

 

 

 

VISITATE CAPO DI PONTE

E LA VALLE CAMONICA

Sito UNESCO n.94

per l'Arte Rupestre

VI ASPETTIAMO...

LASCIATEVI AFFASCINARE

************************

PARCO SERADINA-

BEDOLINA

da novembre 2017

a febbraio 2018

Aperto TUTTI I GIORNI

10.00 - 17.00

INGRESSO GRATUITO

*****************

MASSI DI CEMMO

da novembre 2017

a febbraio 2018

Aperti

dal mercoledì'

al sabato

8.30 -16.30

domenica 8.30- 13.30

CHIUSO IL LUNEDI'

E MARTEDI'

**************

Parco Naquane

da novembre 2017

a febbraio 2018

aperto dal

mercoledì

al sabato 8.30 - 16.30

domenica 8.30 - 13.30

CHIUSO IL LUNEDI'

E MARTEDI'

 

**************

Mupre MUSEO DELLA

PREISTORIA DELLA

VALLE CAMONICA

da novembre

a febbraio

dal mercoledì

alla domenica

14.00 - 18.00

 

************

 

UFFICIO IAT

/INFOPOINT

DI CAPO DI PONTE

aperto

dal lunedì

al sabato

9.30 - 13.00

14.00 - 16.30

domenica e festivi

9.30 - 12.30

**************

SERVIZI

IGIENICI

IN LOCALITA'

SANTE:

CHIUSI

DA NOVEMBRE 2017

A MARZO 2018

************

CAPO DI PONTE

Monumenti Romanici

SAN SALVATORE

E

PIEVE DI SAN SIRO

CONTATTARE

Pro Loco

Tel. 0364/42080

*****************

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Read more...
 
Image
  • Italiano
  • English
  • German
 
Home Page arrow Cultural ones
Cultural ones
MUPRE - museo della Preistoria
There are no translations available

MUPRE- Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica Ospitato nell’antico edificio di Villa Agostani in via S. Martino, nel centro storico di Capo di Ponte, integra, con l’esposizione dei reperti, il patrimonio di immagini incise sulle rocce e ricompone, in un insieme inscindibile, l’espressione identitaria della Valle.

 
MUPRE-Museo della Preistoria
There are no translations available

MUPRE - Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica Ospitato nellíantico edificio di Villa Agostani in via S. Martino, nel centro storico di Capo di Ponte, integra, con líesposizione dei reperti, il patrimonio di immagini incise sulle rocce e ricompone, in un insieme inscindibile, líespressione identitaria della Valle.
 
SITO CLUNIACENSE
There are no translations available

 

Siti Cluniacensi
 
LA FEDERAZIONE DEI SITI CLUNIACENSI
 
L’ordine di Cluny è un ordine benedettino istituito il 2 settembre 909, quando Guglielmo I, duca d'Aquitania, donò la villa di Cluny, nell'omonimo paese della Saône-et-Loire, a Bernone, abate di Baume, per fondarci un monastero di dodici monaci sotto la regola di San Benedetto.
Fu però sotto l'abate Odone che la regola detta cluniacense fu adottata da altri monasteri, che formarono intorno a Cluny un vero e proprio impero monastico di priorati autonomi ma sottomessi al governo comune dell'abate di Cluny. L’ordine si diffuse nell’Europa occidentale nel XI-XII secolo, formando una rete di abbazie, priorati e decanati: l’Ecclesia cluniacenses (la Chiesa Cluniacense).
I “monaci neri”, chiamati così per il loro abito scuro, hanno esercitato un ruolo importante dal punto di vista spirituale, economico, politico, sociale, artistico-culturale: gli insediamenti cluniacensi hanno originato o consolidato centinaia di borghi e città; la loro eredità è immensa: edifici sacri e non, sculture, pitture, codici miniati, musiche, arredi e manufatti, una corposa produzione di sermini e trattati, liturgie…fino alla “festa dei morti”, inventata nel 1049 da Odilone, quinto Abate di Cluny. La riscoperta di tale patrimonio ha condotto un centinaio di siti cluniacensi ad unirsi nella Fédération des sites clunisiens (Federazione dei siti cluniacensi), che recentemente ha ottenuto dal Consiglio d’Europa il diploma di “Grande Itinerario Culturale”.
 
 
L’Itinerario Cluniacense Lombardo
 
In Italia, soltanto in Lombardia, tra il 1068 e il 1107 sorsero un'ottantina di siti cluniacensi, quindi il cluniacesimo italiano è un cluniacesimo lombardo.
Dieci siti lombardi tra cui il Monastero di San Salvatore a Capo di Ponte (BS), stanno ora realizzando l' Itinerario cluniacense lombardo impegnandosi a salvaguardare e far conoscere le testimonianze, i tesori d'arte, e il patrimonio di valori in essi racchiuso.
 
 
 
Gli altri nove siti sono:
  • il Monastero di San Colombano di Arlate a Calco (LC)
  • L’Abbazia di Rodengo Saiano (BS)
  • la Chiesa di Santa Giulia a Cazzago San Martino (BS)
  • il Priorato di San Pietro in Vallate a Cosio Valtellino (SO)
  • il Monastero di San Nicola di Figina a Galbiate (LC)
  • l’Abbazia di San Giacomo a Pontida (BG)
  • il Monastero di san Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (BS)
  • l’Abbazia di Polirone a San Benedetto Po (MN)
  • la Basilica di Santa Marria di Calvenzano a Vizzolo Predabissi (MI)
Per saperne di più:
 
Romanesque

 

 
 

 

 

In Capo di Ponte we can admire two jewels of the XIst-XIIth century Romanesque style, religious buildings whose beauty and majesty have been preserved till nowadays:
 
 

These two buildings, placed on the opposite slopes, dominate and "protect" the village.

 
Rock Engravings

Rock Engravings

 
Capo di Ponte, mysterious fascinating village, is known all over the world thanks to the presence of an high concentration of rock engravings. These engravings have permitted to Valle Camonica, in 1979, to be nominated from UNESCO as human world heritage, site n. 94, for the Rocky Art in Valle Camonica, first in Italy.
 
 
First engravings were discovered at the beginning of 1900 by professor Gualtiero Laeng and the news of their found were published, for the first time in 1914, on the Italian Touring Club’s “Guida d’Italia”.
 
 
On these wide rocky surfaces, made smoother and smoother by the strong action of glaciers, the ancient Valley’s inhabitants engraved real and symbolic images, coming from their daily life and their spiritual world.
 
In City territory there are 3 Archaeological Parks concerning rock engravings, where it is possible to observe the precious traces left by the Camuni.
 
 
 
 
Image
Agenzia Turistico Culturale Comunale di Capo di Ponte - Codice Fiscale 90016130172 - P.IVA 03183590987 - Concept & Design AVX Group